Giovani lasciati soli: la nostra lettera al direttore